HackerMotociclisti

 

‘Noi Hacker Motociclisti derapiamo fra le pieghe della conoscenza.”

“Un motociclista entra in un campo hacker per la prima volta per imparare qualcosa di piu’ sulle stampanti 3D 4 anni fa[nel 2011 n.d.b.],…”

Idiopolis. Dove siamo tutti amici che si aiutano e collaborano per uno scopo comune: vivere in liberta’. Il soprannome del fondatore? Dreamer.

Il Software Libero funziona su GNU/Hurd, GNU/Linux, windows e mac. Funziona come un violino su GNU, meno su win e mac secondo me. Ma chi paga per sviluppare il sistema operativo chiuso? Da dove li prendono i soldi loro, perche’ loro si e noi no.

##################
#HackerMotociclisti#
################## …per i miei Amici Coma,Paride,Pinguozz, Il Moro De Muran e tutti tutti i motociciclisti anche quelli non hacker :) .

Ciao a tutti,
sono io.

Hacker non e’ un cracker loro rompono, gli hacker modificano per migliorare per tutti. Penso debba saperla anche tu questa differenza.

Mi piacciono le moto per la liberta’ e l’etica da cavaliere che danno, il Software Libero e’ il campo ideale per sopravvivere senza la gioia di un giro in moto.

HackerMotociclisti perche’ e’ nato, con la missione di far conoscere la filosofia motociclistica nel mondo degli hackers e mostrare che Software Libero e Motociclisti veri vanno a braccietto o viceversa.

Ho fatto l’ operario montatore alla Laverda, ho lavorato come tecnico collaudatore alla Bimota, ho fatto cose che, sinceramente, maturando ora non farei motociclisticamente parlando, ma il fatto che cammino con le mie gambe e ragiono dimostra che alla fine erano veramente rischi calcolati.

Qualcuno e’ stato dolorosetto come rischio calcolato ma cammino e penso ancora.

I rischi pericolosi sono quelli che non prendi. Tipo non passare al Software Libero.

Per esempio a me il FSUG di Padova non mi ha mai fatto ufficialmente iscrivere, io la’ passavo il tempo in puro spirito hacker e basta, 6 volte all’anno + o -, gli chiedevo come iscrivermi e ogni volta una scusa diversa, troooopo difficile per un motociclista appiedato.

Liberta’ attraverso le moto.

Vi aspettiamo alla nostra tenda ci sara’ in visione una copia del libro di Gionata Nencini “Il manuale del motoviaggiatore”,lo speciale “ROSSI Il Campione Dei Campioni” naturalmente non autografata, il capellino che mi ha donato il mio idolo Loris Capirossi aka Capirex in Spagna, se lo e’ tolto e me lo ha dato dopo giorni di sfinimento, grazie per avermi sopportato Loris! Ci sara’ anche una lattina probabilmente vuota di VR46’s Monster energy drink, perche’ io me la bevo.

La Tribu’ Dei Chihuahua di Valentino Rossi, a me ricorda lo stile hacker, anche noi facciamo le nostre tribu’.Noi motociciclisti ci aiutiamo proprio come facciamo noi del Software Libero. Siamo naturalmente simili. La tenda doveva esserci al CCC di questo 2015 ma per motivi personali non ci sono potuto andare quindi niente tenda questa volta.  Sara’ per il 20XX.

Ho parlato pure a Vale una volta, quando era in 250, gli ho chiesto da dove venivano i font del suo nome, la risposta e’ stata mitica. Non ve la dico, io mi faccio i fatti miei. Ho pure visto Graziano Rossi con i capelli lunghi, fantastica esperienza grazie ad Ernesto Palermo l’amico con cui son andato e che ha messo i pass per i box. Mitico Erne!

Gionata Nencini, e’ un ispirazione di vita per i giovani motociclisti futuri, avessi avuto io quel manuale a 20 anni non ero qui ora, lo potete vivere anche voi il sogno, e’ difficile ma lo puoi fare anche tu.

A me questa cosa del sogno, me l’ha detta un marinaio quando ero  piccolo, Elio si chiama, quando si accorse come i miei occhi si illuminavano ai suoi racconti, mi disse: “E’ difficile ma lo puoi fare anche tu se vuoi” ecco io non ho passato la vita letteralmente per i sette mari come lui, ma sinceramente sono queste piccole frasi che aprono uno spiraglio di luce, che danno al prossimo una speranza, sii gentile con il tuo vicino come il vero motociclista che saluta tutte le moto e non e’ razzista verso una categoria di moto, noi veri motociclisti non ci siamo mai fatti la guerra e non facciamo gomplotti accettiamo chi e’ il migliore senza pensare che qualcuno lo aiuti, i migliori c’e’ la fanno anche da soli, guardate cosa ha fatto Richard Stallman. Naturalmente attorno ai veri leader si forma di solito un gruppo.

Grazie a Giovannni Carlo Nuzzo aka GCN di Motosprint per le sue storie di avventure per il mondo. E a tutti gli altri giornalisti di Motosprint per le notizie sempre fresche ed interessanti.

C’e’ stato un effetto che chiamano calcistico nel mondo delle moto, ne parlano anche su Motosprint, il giornale non il sito, sul giornale i loro giornalisti parlano anche di cultura, secondo me e’ seria come pubblicazione non moto, gnocca e basta, la gente quando leggo gli articoli ad alta voce e poi vede Motosprint ci rimane stupita. Il forum lasciamo stare, territorio di gomplottisti, ragazzi… fanno ridere una volta o due, poi basta, siam motociclisti non massa di gente da mungere. Di sicuro cambia, speriam di no, i Trool hanno un perche’ a volte.

Grandi! Siete troppo fighi. (riferito a Motosprint) Magari ci son altri giornali al loro livello culturale in giro con l’obbiettivo primario di parlare di moto & cultura, ma io mi posso permettere di comprare solo Motosprint. Lasciamo fuori i gomplotti io mai parlato con uno di motosprint o se l’ho fatto era un tester di sicuro, non un giornalista e chissene, ma mi manca la colonna di Laura Cattaneo che mi ha divertito non poco anche se una mia ex diceva che era pazza.

Non ci capiscono proprio tutti tutti, a noi motociclisti, un po’ come a chi ama il Software Libero, la liberta’ costa fatica, e’ libera ma non gratis.

Un Hacker di cui mi sfugge il suo nome mi ha detto una volta che anche il rispetto e’ una forma di pagamento, quindi sono discretamente ricco, aggiungici che per me la conoscenza e’ una forma di pagamento e capite perche’ a me la filosofia hacker mi piace. Guardatevi il video di Stallman nella pagina della stampante 3D fatta in Italia da me e caricata nella comunita’ RepRap.

Questa e’ la stampante che un motociclista ignorante, ha fatto:
http://reprap.org/wiki/Stallman/it


Non e’ in vendita perche’ non ho ancora aperto una societa’, possibilmente no profit, ma voi prendete fatela e vendetela pure guadagnandoci sopra se ci riuscite, liberi di farlo e’ legale.

In quel video che ho messo nella pagina della stampante, Richard Stallman che ha creato il movimento del Software Libero spiega cos’e’ un Hacker, lui fa istruzione gratis e ha creato un modello secondo me utopico ma io ho il liceo linguisto non ci capisco niente di ste cose, ignorante sono. :)

Spero che Carlo, io ero il suo collaudatore alla Bimota, mi legga, io mi son dato da fare per far qualcosa che mi riportasse dentro le moto, un lurker e’ chi guarda e non fa niente, io non voglio tornare a salutarlo da lurker (guardone) dell’ambiente motociclista. Vi penso spesso a voi della Bimota, soprattutto al Reparto Esperienze, spero che Lullo non ci sia piu’.

Mi sa che Carlo e’ in pensione pero’, ormai ne e’ passata di acqua sotto i ponti.

Prima di Stallman mi hanno ispirato i Rossi nazionali, Vasco con le sue poesie mi ha fatto riflettere, maturare e indirizzato nella giusta direzione di pensiero positivo, Valentino ci sta dimostrando che un sogno, un sogno vero e’ fattibile.

Un sociologo mi ha spiegato + o – cosi la differenza fra sogno e desiderio, lui ha usato una macchina nell’esempio, io son motociclista, secondo te che cosa uso?

Se vedi passare una Bimota e ti vedi su quella Bimota la stai desiderando, se ti vedi su una Bimota ecco stai sognando la tua, a me questo insegnamento ha portato alla Bimota circa 1 anno dopo. Almeno secondo me e’ stato il mio cambiamento di mentalita’ a sbloccare quel universo.


Software Libero, Societa’ Libera. Stallman
Corri e fregatene dell’orgoglio ne ha rovinati piu’ lui del petrolio. Vasco Rossi.
WLF. Valentino Rossi
Ricchezza senza denaro. RepRap.org forse Adrian Bowyer? Non mi sono mai informato su questo.
Adoro la patatina Anon

Squadra corse desiderio, Academy sogno? Magari fosse cosi facile semplificare le cose. Forse lo e’.

Comunque lo sai che le stampanti 3D che tu vedi in giro sono iniziate come progetto nell’universita’ di Bath in UK da Adrian Bowyer e Vik Olliver nel 2006 come progetto libero e qualcuno le vende troppo care a te come progetto opensource?

Esplora il progetto RepRap partendo dalla pagina della filosofia,
http://reprap.org/wiki/PhilosophyPage
io mi son unito alla loro comunita’ soprattutto per quella filosofia, mica per eventuali guadagni.

Cercatevi l’intervista di Vale46 (ooohh!!! sto qua ha anche una bibita col suo nome tutto da imparare da lui, la laurea ad honorem e’ meritata) che intervista Vasco, mitica!

Dove sara’ la prima apparizione reale e non virtuale degli hacker motociclisti? Credimi, se sei un vero motociclista sei un hacker anche se non hai mai acceso un pc.

Dicevo, io sono un abitante di Idiopolis
https://Idiopolis.org/index.php/Idiopolis

http://ccc.de/en/
ad Idiopolis, la tenda, sara’ la’.

La chiaccherata fra Dreamer, con un altro hacker di cui non mi ricordo ne nome ne sopranome a Brussel, ma sempre un idiota anche lui come noi, dopo il Fosdem e’ stata divertentissima, passarne di pomeriggi cosi!

Giovanni Carlo Nuzzo e Gionata Nencini sono una bella fonte di insegnamenti pure, ma se scrivo di tutte le persone da cui ho imparato o da cui son stato ispirato finisco questa pagina per il CCC del 2023. E non in un pochi giorni tutto compreso grazie al Software Libero, ma veramente voi comprate le licenze o vi riducete ad essere illegali con una versione piratata? Liberi di farlo, ma prima dovete sapere del Software Libero.

Questa e’ il sito dove trovi i sistemi operativi liberi
http://www.gnu.org/distros/free-distros.html
serve altro aiuto per tradurre in Italiano, un ora di lavoro di 100 persone sono 100 ore per aiutare GNU, scusate ma con qualche aiuto serio e motivato finiamo tutto il software per gli uffici e negozi e allora anche se c’e’ crisi magari un negozio o due si salvano. Programmi gratis e son 30 anni che GNU esiste.

E’ piu’ difficile all’inizio, ma e’ libero come pensiero di sviluppo, e’ software etico che non spia sull’utilizzatore.

Sono pensieri liberi questi, non attaccatemi, son pacifico, ho la bandiera bianca issata da tempo, non la vedete? Questa pagina e’ stata ispirata da una risposta di Gionata. Grazie per il tuo stimolo involontario. Grazie anche al craker che mi ha schiaffeggiato ieri. Un craker e’ il contrario di un hacker loro sono i criminali non noi.Lasciamo i lamer da soli.

Vivi libero e con Software Libero se vuoi un emozione nuova nella tua vita, usare il cervello per spedire un email, ecco con il Software Libero la selezione e’ che serve volonta’ vera e non il desiderio di avere un unico bottone che fa tutto.

Opensource non e’ la stessa filosofia del Software Libero, non fatevi fregare.

Di questa pagina c’e’ la traduzione in Italiano
Perché l’“Open Source” manca l’obiettivo del Software Libero
per favore aiutateci a tradurre GNU.org siamo troppo pochi.
Anche per questo penso che i motociclisti Italiani possano aiutare il movimento del Software Libero. C’e un video di Stallman che dice che “we are heading towards a total disaster” ecco vediamo di cambiare rotta finche’ siamo in tempo.

Stallman e’ forse anche troppo rigido nei suoi pensieri, ma e’ l’idea di base che ci piace.

Ragazzi siam tutti stufi di uno stato che tartassa le moto, io son stanco anche di uno stato che non usa Software Libero. Leggi la licenza per capire il potere che da a TE che la usi.
http://www.gnu.org/licenses/gpl.txt
di licenze libere c’e ne son per tutti i gusti e ricordate che dovete chiedere GNU/Linux che e’ libero non Linux che e’ solo opensource, richiedede GNU/Hurd appena lo finiscono, non vedo l’ora che sia funzionante. Sul negozio della fsf.org potete scaricare legalmente i libri di Stallman gratis, loro si son coniati il termine copyleft non usano il copyright, e’ una filosofia di vita la liberta’.

Date alle masse quello che vogliono! Secondo noi, la liberta’, magari intanto continuamo a far conoscere solo la liberta’ di usare i programmi (software, app, scripts sempre un programma scritto da un essere umano e compilato da una macchina sono) di modificarli, di studiarli, di condividerli gratis con il vicino o farsi pagare per il supporto, non si parla di comunismo, anzi, piu’ di un sistema capitalistico leggero.

www.scribus.net
per la pubblicazione, liberi di usarlo o meno, io consiglio quello che uso, tipo ma non solo:
openscad.org
librecad.org
libreoffice.org
trisquel.org
dragora.org
gimp.org
inkscape.org
per alcuni progetti ho donato fino a 2500 euro, ma se tutti quelli che usano questi programmi libri donassero 5 euro al progetto magari quelli che lavorano gratis a questi progetti potrebbero comprarsi vestiti o un mezzo di trasporto decenti, fidatevi tanti di loro sono poveri di denaro e ricchi solo in rispetto e conoscenza ma devono mangiare e magari divertirsi anche loro.

Con 5 euro gli offrite un aiuto nel mondo reale, non fate i tirchi se risparmiate centinaia di euro di licenze.

Non posso dimenticare il mio Amico Matteo M. grafico che aiutera’ il movimento del Software Libero con i suoi consigli grafici per promuovere ancora di piu’ la conoscenza del movimento. Suo e’ il logo di un altro gruppo di hacker.

Quelli del opensource o del software chiuso possono passare alle nostre licenze, noi no, noi siam bloccati nel nostro mondo utopico di liberta’ e condivisione globale, la visione di Stallman. Siamo stupidi? Siamo ingenui? Abbiam interpretato tutto male? Il tempo c’e’lo dira’, noi lavoriamo per le generazioni future, perche’ il prossimo Stallman abbia la strada gia’ sterrata, non dico asfaltata ma che ci sia un tracciatino piu’ comodo da seguire.

Rivettiamoli dove sono! Per me l’opensource e’ una moto cancello, non gira piu’ va verso le sorgenti chiuse. Noi invece abbiamo un motore in sviluppo che e’ GNU/Hurd
https://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html
quando il progetto sara’ stabile la gente smettera’ di criticare e ridere, prendono in giro chi lavora la! Non intuiscono la visione secondo me. Proiettata verso la perfezione di un Sistema Operativo Libero per tutti.

Io di persona a parte i miei amici che ho nominato non conosco nessuno delle persone che lavorano o fanno le cose che ho postato nei collegamenti, mi piace la filosofia e sono un volontario attivo da un po’ della fsf.org tutto qua. Da circa 20 anni.

Il motto della Bimota all’epoca di quando han vinto una gara del mondiale SBK con Gobert era: “Fatti Non Pugnette“, almeno il motto di Carlo che per me era la Bimota. Non mi ha mai dato una moto piu’ pericolosa di quello che gia’ era aprire il gas su quel prototipo, uno dei difetti era che prendeva fuoco a volte, a dirla tutta la nostra non ha mai preso fuoco l’altra si, l’altro meccanico del reparto esperienze invece mi ha fatto perdere il freno in corsa, ed ero in discesa quando e’ capitato, invece potevo fidarmi cecamente di Carlo come mi fido di chi fa Software Libero veramente.

Io sono un motoclista e nel mondo degli eroi motociclistici io scelgo Valentino Rossi come mia isprirazione nel campo dell’economia e del commercio. Scusatemi ma VR46 fa scuola anche fuori dalla pista! Qualcosina l’ho imparata anch’io da lui. Grazie ancora Stallman, Vasco e Vale.

Qua a Padova qualche giorno fa e’ nata l’idea del progetto Moto Libera. Seguendo l’ispirazione del progetto reprap.org . Io non autorizzo pubblicazioni di mie immagini, non sono un personaggio pubblico e non lo voglio diventare, negli hacker la regola e’ niente foto, no vuol dire no, non convincimi che… ecco a me piace quella filosofia, a me piace anche la liberta’ personale o privacy chiamala come vuoi.

Grazie papa’, grazie mamma e anche voi due miei fratelli di sangue grazie.

Noi motociclisti siamo l’evoluzione dei cavalieri accettatelo! Non siam cattivi siam puri, sporchi a volte, ma non e’ che tutti gli hacker profumino sempre di violetta e mughetto.

Io ringrazio la comunita’ hacker italiana che ho conosciuto tramite il Moro de Muran e quella internazionale perche’ io sono uno dei tanti che formano il movimento globale del Software Libero tanto per dimostrare che globale non vuol dire male.

Ho una lista di ringraziamenti che si allunga di giorno in giorno, molti a loro modo mi aiutano ma neppure lo sanno a volte, non fatemi perdere tempo mentre cerco solo di rivedere i miei amici sparsi per il globo, magari in moto che va a benzina eco. E si,… noi viviamo in un epoca di grandi opportunità libere.

Siamo veramente fortunati.

Colonna sonora per questa parte del sito con formattazione html amatoriale ed artigianale (Jaromil sei un grande!), il dvd originale “Vasco Rossi Track” perche’ se a me una persona piace la supporto, magari, con i soldi, che fa ci fa anche cose buone, come piu’ poesie. Nella mia antologia di Italiano al liceo Vasco era la’ con Albachiara come poeta, mentre nel libro di religione era la’ con Vita Spericolata come esempio negativo, per me e’ stato abbastanza per interessarmi a lui, tutto vero, quei libri esistono.

A Padova vive Francesco Piva che ha un enorme museo tecnologico a livello di magazzino ora, qualche Hacker Italiano magari e’ interessato ad aiutarlo. Io non ci capisco niente a parte vedere il potenziale culturale, storico e volendo commerciale che puo’ avere per l’Italia, ma da quel che ho visto fino ad ora a Padova quel museo interessa solo a Piva. E’ anziano qualcuno lo ascolti. Mi ha aiutato anche lui e gratis.

Questi hacker in Sicilia han fatto il museo della tecnologia funzionante, ecco un modo per attirare un nuovo tipo di turista, il secchione, nerd = secchione/studioso/ricercatore non e’un termine negativo.

http://museum.freaknet.org/it/

Dubito che Francesco Piva li conosca, ma dico che ci sara’ un hacker a Padova che lo conosce? Io ho incontrato solo Jaromil e gli portero’ le posate che gli ho promesso tre anni fa per la loro sede. Non e’ che capisco molto di cosa fanno loro, ma con lui ci ho parlato e mi e’ piaciuto parlarci, molto.

Gli costa troppo l’affitto mi diceva, tempi duri per i musei della tecnologia funzionante pare.

E Carmelo Ezpeleta? Dimentichiamo lui? Il suo staff ha reso motoGP.com una cosa fantastica per avere aggiornamenti sulla motoGP anche in Italiano. Viviamo in un epoca stupenda. Gare in diretta in lingua inglese.

Se per caso non sai cosa fare, la Fondazione Per il Software Libero Europea con sede a Berlino offre stage di un anno pagati anche se non sai programmare.
www.fsfe.org

Un motociclista entra in un campo hacker per la prima volta per imparare qualcosa di piu’ sulle stampanti 3D 4 anni fa, evita tutta la comunita’ hacker Italiana perche’ era la per imparare dagli Olandesi, i piu’ avanzati in Europa nella stampa 3D all’epoca almeno cosi questo motociclista pensava, ma si imbatte nel Moro de Muran, Paride, Coma e Spalla.

Ci son pure gli hackers rasta O_o, e’ un Italiano pure lui e’ stato intervistato anche dal Sole 24 ore anni fa. Lo conoscete Jaromil quello che scrive di software artigianale vero? Un altra delle persone da cui ho imparato. Con lui come ho gia’ scritto, ho chiaccherato in Olanda un bel ricordo.
http://rastasoft.org/

Se vi va di farvi un campo Hacker in Olanda io mi sono trovato benissimo con quelli organizzati da Ian e la sua ragazza una coppia stupenda, pure loro aiutano e hanno un hackerclub fondato da una donna!
Eth0

Eth0 e’ un comando in GNU/Linux, che si digita a terminale, e’ una figata il software libero!

Noi usiamo solo la ricetta originale di Vik Olliver per il PLA, lo ha sviluppato per le stampanti RepRap che son diverse dalle RepStrap. Secondo noi il migliore di tutti i PLA che abbia provato, la qualita’ ha un prezzo, insegna lui sapete? E’ uno degli sviluppatori iniziali del progetto RepRap.
http://diamondage.co.nz/

Per il biodisel il Fablab di Genova da quel che ho capito e’ all’avanguardia.
Fablab Genova
spero non fosse un segreto e che siano veramente loro quelli del biodiesel dalle alghe che e’ sperimentale al momento.

Al momento non ho trovato un libro in italiano che spieghi tutto il metodo, compreso lavaggio e come testare il risultato finale, solo cose parziali, non compratevi niente, che e’ illegale farlo il biodiesel, aspettate che rilascino la info guida aggiornata.

Se propio vuoi un libro serio ma in inglese va qua:

Journey To Forever

Solo per informazione al momento e’ illegale speriamo cambino la legislatura. Casomai i libri li comprate quando e’ legale intanto informatevi gratis, mica volete finire in prigione per essere ecologici eh?

Il biodiesel e’ energia solare, pensaci. Per la moto [motori a benzina] c’e’ l’etanolo puoi comperare un libro sull’argomento qua:

Etanolo

Padova
2015
Via Lattea

Io vengo da internet.Io sono in rete in questo momento, dove pensi che sia questa pagina? Cosa vuol dire lasciare un segno in un mondo digitale?

‘Noi Hacker Motociclisti derapiamo fra le pieghe della conoscenza.”

MrBlonde